Orto in città

Siamo a Milano, sulla terrazzo del tetto del locale ATM, zona Bastioni di Porta Volta, qui si trova un esempio “estremo” di orto urbano. Realizzato e curato da un anno dal fotografo Riccardo Rinetti e dal regista Paolo Calcagni, e da due agronomi, queste cinque vasche di legno ,non troppo alte, per lavorare la terra più facilmente, accolgono una piccola coltivazione di melanzane, carote, finocchi, fagioli borlotti, cipolle, cavoli, peperoni e anche peperoncini.

 

Naturalmente, oltre all’aspetto agronomico questo progetto denominato ‘L’Orto contemporaneo viziato e selvaggio’ avrà anche un altro risvolto,diventando un film, in cui si racconteranno le varie fasi della crescita naturale senza nessun additivo chimico per migliorarne le qualità

Caratteristiche di quest’orto urbano:

cinque vasche di legno

fondo speciale di tela che lascia passare l’umidità,

strato di argilla espansa

terriccio molto fertile e leggero, mescolato a pietra pomice.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...